BENVENUTI AI DUE GHIRI

"HO SOGGIORNATO IN QUESTA BELLA STRUTTURA CON VISTA SULLE MONTAGNE CIRCOSTANTI, ATMOSFERA GENUINA, I TITOLARI GENTILISSIMI, FANNO DI TUTTO PER FARTI SENTIRE COME A CASA, CIBO OTTIMO”

2019: Anno del turismo lento


Nel novembre del 2017, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) allora in carica, Dario Franceschini, annunciò che, dopo il 2016 anno dei Cammini, il 2017 anno dei Borghi e il 2018 anno del Cibo, il 2019 sarebbe stato l’anno nazionale del turismo lento”.

Sempre più persone partono in viaggio cercando qualcosa in più di una semplice vacanza – aveva dichiarato il Ministro MiBACT, perché desiderano vivere un’autentica esperienza nel nostro Paese, immergendosi a passo lento in quel patrimonio diffuso fatto di arte, buon cibo, paesaggio e spiritualità che costituisce il carattere originale e l’essenza dell’Italia”.

Il Turismo lento o Slow Tourism è un modo di viaggiare che si è diffuso sempre di più negli ultimi anni in tutto il mondo, in netta contrapposizione al turismo veloce e mordi e fuggi, che valorizza e promuove lo sviluppo dei territorio in un modo del tutto responsabile e sostenibile.

Il Trekking, il cicloturismo, il birdwatching, le ippovie, il turismo fluviale e acquatico sono alcuni esempi di tipologie di turismo che prevedono un impatto ecologico minore e una fruizione del territorio basata su una «lentezza »  che permette di comprendere meglio ciò che si visita. In quest’ottica l’ospitalità in agriturismo si sposa perfettamente con le esperienze di viaggio indicate come turismo lento

E la nostra zona offre numerose proposte, alternative e non, per trascorrere anche lunghi soggiorni all’insegna della lentezza e del relax. Il trekking è forse il modo migliore per conoscere e godere questo territorio dal punto di vista ambientale e culturale: qui gli amanti del trekking  non hanno che l’imbarazzo della scelta!!

 

IL PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE

I sentieri delle Cinque Terre, per secoli uniche vie di collegamento tra i cinque borghi, sono oggi uno dei modi migliori per conoscere e apprezzare le Cinque Terre. I tre sentieri principali, tutti facilmente agibili con un minimo di allenamento e indumenti idonei, sono ben segnalati dalla sezione spezzina del CAI con un segnavia bianco-rosso. Il primo è il sentiero numero 1 che corre lungo il crinale che separa la costa dalla Val di Vara. Il secondo è il sentiero dei Santuari che collega, a mezza costa, i luoghi di culto dei rispettivi borghi. Il terzo è il sentiero numero 2, più noto come Sentiero Azzurro, che unisce fra loro i cinque borghi…per saperne di più

 

IL PARCO NATURALE REGIONALE DI MONTEMARCELLO-MAGRA

Come si legge nel sito del parco… « Centinaia di chilometri di sentieri permettono di visitare il Parco tramite escursioni di varia difficoltà. Camminare nel Parco consente di scoprire più da vicino i diversi ambienti che lo caratterizzano. Nell’area protetta è possibile scegliere percorsi per tutte le capacità, dai più facili, alla portata anche delle famiglie e dei bambini, fino ai più lunghi e impegnativi, destinati a chi ha più allenamento, tutti i sentieri permettono esperienze e incontri emozionanti a contatto con la natura »….per saperne di più

 

IL PARCO NATURALE DI PORTOVENERE

Il Parco di Porto Venere presenta una rete sentieristica con diversi livelli di difficoltà e permette, a chiunque la percorra, di soffermarsi e ammirare punti panoramici, trovarsi su falesie mozzafiato, attraversare un territorio che ha mantenuto la sua naturalità e visitare borghi ricchi di storia e tradizioni….per saperne di più I sentieri di Campiglia

 

I SENTIERI DI CAMPIGLIA

Premesso che il paese di Campiglia, facente parte del comune di La Spezia, è attraversata dalla principali vie escursionistiche della Riviera spezzina, cioè il sentiero n.1 Portovenere-Levanto e l’Alta via del Golfo, è presente una complessa rete di sentieri che presenta un elevato valore storico, culturale e naturalistico….per saperne di più 

 

ALTA VIA DEI MONTI LIGURI

L’Alta Via dei Monti Liguri (AVML o più semplicemente Alta Via) è un itinerario escursionistico lungo circa 440 km. Il percorso è suddiviso in 44 tappe di diversa lunghezza e difficoltà ed è segnalato con un segnavia rosso-bianco-rosso con la scritta AV nella parte bianca. Il terminale occidentale è posto a Ventimiglia, mentre il terminale orientale si trova a Ceparana, nella piana di Bolano, al confine con la Toscana. L’Alta Via è percorribile interamente a piedi e per lunghi tratti a cavallo ed in mountain bike….per saperne di più

 

I CASTELLI DI MADRIGNANO E CALICE AL CORNOVIGLIO

…per saperne di più……….veniteci a trovare !!!!

Leave a comment

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.

Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. LEGGI DI PIU’ >