Il Golfo dei Poeti

Il Golfo della Spezia, conosciuto anche come Golfo dei Poeti per l’assidua frequentazione di poeti e scrittori come Shelley,
Byron, Petrarca e Montale, è un’ampia e profonda insenatura del litorale orientale del Mar Ligure.
Il Golfo prende il nome dalla città della Spezia, ubicata in posizione centrale in fondo al golfo stesso,
laddove sorge un’importante porto mercantile; ospita uno dei principali arsenali della Marina Militare.

Alle due estremità del Golfo si trovano i borghi di Porto Venere e Lerici,
entrambe località di grande interesse turistico.
Lerici, situata nella parte più orientale del Golfo della Spezia,
è di origine antichissima ed è stata un porto importante dove approdavano viandanti e pellegrini
che attraverso Sarzana si collegavano alla Via Francigena verso Roma o il nord Italia.
Lerici mostra ancora oggi la sua originaria struttura medievale,
con le caratteristiche abitazioni allineati lungo gli stretti carruggi.
All’interno del borgo sono interessanti il quartiere ebraico del ghetto,
il castello e le piazze del Poggio e di San Giorgio.

A piedi del castello si trova la rilassante passeggiata sul lungomare Vassallo.
Nel borgo si trovano inoltre la torre di San Rocco, di epoca romana,
trasformata in campanile nel XVI secolo, la chiesa parrocchiale di San Francesco d’Assisi,
l’oratorio di San Bernardino e poco lontano palazzo Doria, antico ospedale medievale dedicato ai Santi Pietro e Paolo.
Nel territorio di Lerici, spiccano altre località, come San Terenzo, con il castello e Villa Marigola,
da dove si gode un meraviglioso panorama della spiaggia della Venere Azzurra, e Tellaro,
tipico borgo marinaro, dove ancora oggi si incontrano le barche nella piazzetta sul mare.

Nella parte più occidentale del golfo di La Spezia si trova lo stupendo borgo di Portovenere
che prende il nome da un tempio eretto in onore di Venere Ericina,
in epoca romana, costruito sull’attuale promontorio di San Pietro.
Davanti a Portovenere si trova l’arcipelago con le tre isole, Palmaria, Tino e Tinetto,
parte del “Parco Naturale Regionale di Porto Venere”.
L’isola Palmaria, separata da Portovenere da uno stretto braccio di mare,
detto “Le Bocche”, è la più visitata turisticamente, con interessanti valori naturalistici di tipo mediterraneo.
Proprio per la bellezza e l’interesse dei luoghi si consiglia il periplo dell’isola attraverso il sentiero principale
(tempo di percorrenza circa 2 ore).

Il Tino e il Tinetto conservano antiche vestigia dell’XI secolo e del VI secolo rispettivamente;
il Tino è Zona Militare ed è accessibile solo per la festività in onore di San Venerio, il 13 settembre.
Nei dintorni si trova Le Grazie, piccolo paese di pescatori
che conserva il sito archeologico della Villa Romana del Varignano.

Link utili

Come arrivare nel Golfo dei Poeti
Navigazione e battelli Golfo dei Poeti: www.navigazionegolfodeipoeti.it
Sito informativo sul Golfo dei Poeti: www.golfo-dei-poeti.it